domenica 30 gennaio 2011

PASSERI



(libero adattamento da un acquerello di Ato Saorin)


Hanno potato l'abete
dai rami spezzati
dal peso della neve.
Spaventati
i passeri
sono fuggiti lontano.

Tornato il silenzio
i passeri 
ora volano 
oltre i tetti
ora si posano
sui fili del telefono.

A primavera
ricostruiranno i nidi,
 ciuffi di erbe e foglie
morbide e calde
per accogliere
piccoli cinguettanti.




4 commenti:

Elvi ha detto...

Che delicatezza. Un bacio. Elvi

maria luisa ha detto...

Un sorriso da luisa

bluoso ha detto...

Mi fai pensare a 'Piccoli passeri timidi tremano...', ti dice qualcosa?
Grazie invece per il molto gradito commento-poesia sul mio 'Bianco di neve', che amo particolarmente. Ciao. Luigi.

maria luisa ha detto...

'Piccoli passeri timidi tremano...', mi dice qualcosa ma non riesco a ricordare dove ho letto questa frase... dove? Luisa